Visual Alchemy

Maria Chiara Fagioli

#liveness-2


Un motivetto celato

nei modi canticchiati

su fil di raso

genuinamente tagliente,

una muta radice

sublimata

in profondità oceaniche

e singhiozzi fluidi,

inattesi,

gelati,

pudica rivelazione

d’intime pregustazioni.

Ci lasciammo

modellare dal tempo

del piacere,

sulle rive di bagliori

nelle vesti di vie

corrose dalla memoria

latente

in pianti di carta.

 

Chi va chi torna.

 

Si posò il fragile

pensiero di delizie

mentre accompagnava

la penombra

di un suonatore di flauto.

Tenero idillio

cosparso d’intrighi

finemente coperti

da edera conturbata,

estreme passioni

s’avvicina

il lirico caos

dorato di luce,

baci inquieti

che già furon

pioggia d’autunno

e foglie rosse increspate.

 

Impalpabile tempesta

dalle ampie volte

sfumate,

intenso il tuo profumo,

ballano inesauribili

sospesi le nostre voglie,

i colori della nostra

isola

in tempi di vele

verso il largo

per nuovi porti

e mirabili fantasie,

laddove lo spirito

e la natura si riconciliano.

Comments are closed.