Visual Alchemy

Maria Chiara Fagioli

#67


Su petali di loto

lastricati di avorio,

la via per la stanza

adornata di stalattiti

e ghirlande di stelle fisse

che puntano

al grande Nord.

Laddove colori e forme

si fondono distorcendosi.

Stanotte disegnerò

per te, mio amato straniero,

un cristallo di piaceri

e scomode verità,

potrai nascondere

esplicitate insicurezze

e vibrare di forza.

Sarò nascosta

dietro invisibili schermi,

al tocco già anelli di Venere,

scruterò imperturbabile

la miracolosa attrazione

di prismatici grovigli di carni.

Estasi primitive

e indici misticamente

in collisione con divine

dimensioni celesti.

 

Avrai sulla tua calda pelle

magnetici

pezzi d’acquamarina

e anima a scansar i veli

della follia e del primitivo

intendersi adagiati

in pulsanti graffi

di soli neri infuocati.

 

Non cercarmi.

Se questo desideravi.

 

Comments are closed.