Visual Alchemy

Maria Chiara Fagioli

#despite-4


Complice il patimento

e la deviata raziocinante

ipotesi di tentativi

traballanti,

le mani ingenue

rivolte al viso sognante,

assaggiando odori

il tuo corpo racchiuso

in notti familiari.

Fu acerbo volo

posato su carezze

fanciullesche,

a coprir il rancido

ottenebrante,

un sottil rammarico

di ciclo seppiato.

A metà fra baratri scoscesi,

il garbato ritratto

della volta celeste

su in tracciato

nuove costellate perle

dinanzi sprofondati timori.

Una bussola per la rotta

e giorni modulati

a lenir l’atroce difetto

per il navigante dello spazio.

Non di stelle farciremo il nostro petto,

ma di vividi emozionanti cambiamenti,

intrecciati che si rompono

su rive caleidoscopiche.

Ahi sorte inquieta,

che donasti

oltraggioso candore

laddove scarseggiava

altra inutilità.

Costeggiando fuochi perpetui

in orari d’aperture,

il magnetismo sensazionale

accompagnava

a vita altra,

aldilà di carenze metafisiche.

Librando su deltaplani fluttuanti.

Comments are closed.