Visual Alchemy

Maria Chiara Fagioli

#78


Traspira un raggio di sole

a scaldare la terra dell’esule

alle origini.

Beata fra i ciliegi sbocciati,

una campanula

variopinta

gitana

di un universo minato

da prigionieri di latta

e cuori ripudiati.

Giochi d’acqua

da labbra scherzose,

dovessi rispondere

al richiamo in terra

ti bacerei,

in catastrofici fuochi

di vetri spezzati

ridendo della tua

libera grazia

evaporata,

il semplice mite fiore

ribelle condannato

ad arder di violini.

Gioiamo con gli sciocchi,

non si feriranno di lontananza.

Un altro verso.

Comments are closed.