Visual Alchemy

Maria Chiara Fagioli

#56


Angelo di morte,

evanescenza gotica

al calar del sole.

Trattengo un sibilo

di ritardi trattenuti,

la libertà ieri e oggi

ha avuto la giusta

decapitazione.

Esiti lasciandoti.

Sovrapposta

a un’immagine

sfumata, sfuocata

ora fantasma di possibilità perduta

dal retrogusto laminato

da sterile veleno,

adulterato da spighe dell’intelletto,

profeti che sporcano i cuori.

 

Voltata per natura dominante,

Caronte non puoi

trovar una gentile carezza

per un tragico epilogo.

 

Sorrido, non puoi vedermi

é la tua scelta.

Non troverai,

iridescenti desideri

sono altrove da banali

insipide maschere

di tradimenti.

Discreta indifferenza,

perdonami.

 

Di briglie non sai slegarti,

il tristo mietitore afferra

il tuo cuore secco

al risveglio di onde,

già cavalli dipinte

da un’anima pura.

Comments are closed.